Cerca nel blog

venerdì 31 dicembre 2010

ANCORA SANGUE IN AFGHANISTAN, UCCISO L´ALPINO MATTEO MIOTTO , DI THIENE VICENZA AVEVA 24 ANNI


In un giorno che doveva essere di festa un altro lutto nel nostro contingente italiano in Afghanistan ucciso un nostro soldato
Un alpino italiano, Matteo Miotto, 24 anni, è morto oggi in Afghanistan, centrato dal proiettile di un cecchino. E' accaduto nel Gulistan (provincia di Farah), nell'ovest del Paese, una delle zone più «calde» del settore affidato al controllo dei militari italiani, al confine con l'Helmand. Miotto, originario di Thiene, in provincia di Vicenza, era caporal maggiore nel 7° reggimento Alpini di Belluno dal 12 gennaio del 2009, ma era già in servizio nel 2008. E' stato colpito mentre si trovava all'interno della base di Buji, dove prestava servizio. Il proiettile è penetrato in prossimità della spalla, nella parte lasciata scoperta dal giubbetto, ed ha raggiunto organi vitali. Nonostante i soccorsi, immediati, non c'è stato niente da fare. I fatti sono avvenuti alle 15, ora locale. Nella stessa giornata è morto, sempre in Afghanistan, un altro militare della Forza internazionale di assistenza alla sicurezza (Isaf, sotto comando Nato), a causa dello scoppio di un rudimentale ordigno in una provincia del sud. 

onore ai nostri caduti